FUNDRAISING E CROWDFUNDING

Diventata simbolo e valore per la comunità locale, riconosciuta dallo stato italiano quale “bene di interesse culturale” e meta irrinunciabile dei visitatori delle Cinque Terre, la Via dell'Amore è chiusa a causa di una frana avvenuta nel settembre 2012.
A seguito della presentazione ufficiale del Progetto di fattibilità, il sentiero sarà ripristinato e il Progetto di Fundraising e Crowdfunding, in particolare, vuole restituire quest’opera e tutto il territorio del Comune di Riomaggiore con un approccio innovativo. E’ attraverso la comunicazione dei valori, della storia, delle tradizioni, delle persone che hanno reso questo luogo così unico al mondo, che si intende sensibilizzare la comunità a livello locale, nazionale e internazionale, facendo comprendere il vero significato etico di questo progetto.
La ricerca di risorse private, aggiuntive a quelle pubbliche per la messa in sicurezza di Via dell’Amore, sono destinate alla tutela del territorio che coinvolge tutto il comune di Riomaggiore, in particolare i borghi di Groppo, Volastra, Manarola e Riomaggiore capoluogo. Alcune delle opere identificate sono in studio di fattibilità con indicativi costi stimati, altre invece in fase di progettazione definitiva con importi stabiliti e a quadro economico.
CROWDFUNDING
Dal progetto di fundraising derivano singoli Progetti di crowdfunding, in cui privati cittadini possono donare e diventare testimonial della riqualifica e conservazione di specifiche opere considerate il frutto della cultura, dell’arte, del duro lavoro, dei sacrifici, della storia di un popolo. Il primo dei progetti di crowdfunding riguarda il restauro e il nuovo posizionamento della “Panca degli innamorati”, realizzata da Olimpio Galimberti e simbolo indiscusso di Via dell'Amore.


PRIMO PROGETTO DI CROWDFUNDING:
RESTAURO E NUOVO POSIZIONAMENTO DELLA “PANCA DEGLI INNAMORATI”

Fundraising Project ha definito il primo dei progetti finanziabili attraverso la piattaforma di Crowdfunding creata dall’Amministrazione comunale: il restauro della “Panca degli Innamorati” - simbolo e anima di Via dell'Amore - realizzata dall’artista spezzino Olimpio Galimberti.

Attualmente la “Panca degli innamorati” si trova ancora nella posizione originaria, all’interno di Via dell’Amore e, purtroppo, non è fruibile data la chiusura del sentiero. Non solo. L’opera si sta lentamente deteriorando a causa dell’esposizione diretta alle intemperie e della mancata manutenzione e adeguata conservazione. Nasce, quindi, la necessità di restaurare e conservare l’opera, di riqualificarla e proteggerla per mantenere vivo il simbolo e i valori ad essa legati. E’ proprio grazie al sostegno di una comunità partecipe e attiva che si auspica la concretizzazione di piani di azione fondamentali per il territorio.

In particolare, viene individuata una prima azione di progetto legata ad un forte valore storico e artistico ovvero:

recupero della “Panca degli innamorati” originale attraverso il coinvolgimento di importanti artisti riconosciuti a livello nazionale.

L’azione di recupero consta nella rimozione della panca, nel restauro e nella sua tutela attraverso un nuovo posizionamento all’interno di un luogo protetto come potrebbe essere il Castello di Riomaggiore.

Considerato il grande valore e la riconoscibilità di questa nota opera, l’icona dei due innamorati rappresenta oggi il logo ufficiale del progetto di Fundraising e Crowdfunding. Un logo riconoscibile, incisivo, ricco di significato, di storia che grazie alla generosità dell’artista è oggi nelle disponibilità del Comune di Riomaggiore.

A breve sarà attivata la piattaforma di crowdfunding, un portale online patrocinato dal comune di Riomaggiore e dedicato a reperire fondi per il progetto di restauro e nuovo posizionamento della “Panca degli Innamorati”, attraverso il quale ciascun utente potrà contribuire alla causa mediante diverse modalità di donazione.


LA MOSTRA DI OLIMPIO GALIMBERTI
Un primo passo mosso dall’Amministrazione comunale di Riomaggiore verso la promozione del Progetto di crowdfunding è avvenuto in occasione della mostra di Olimpio Galimberti “22 anni dopo”, organizzata presso il Castello di Riomaggiore dal 19 Aprile 2019 al 24 maggio 2019. La mostra ha celebrato il valore della “Panca degli innamorati” e del suo Artista attraverso opere dedicate alle Cinque Terre e in particolare a Via dell’Amore.
STORIA
La “Panca degli Innamorati”, realizzata dall'artista spezzino Olimpio Galimberti in pietra arenaria negli anni '90, è molto di più di una semplice panchina. Tutto iniziò a scopo informativo quando all’artista venne chiesto di realizzare un segnale riconoscibile per aiutare i turisti a capire quando Via dell’Amore fosse aperta o chiusa. Nacquero così le sagome di due innamorati stilizzati che si baciano affettuosamente e sotto di loro un disco orario (metà verde e metà rosso) che segnalava l’apertura o la chiusura del sentiero. Il logo riscosse un grande successo, tanto che Galimberti decise di proporre quella che diventerà la famosa “Panca degli Innamorati” e di posizionarla all’interno di Via dell’Amore diventandone il suo simbolo indiscusso.